fbpx

BANDO RICERCA SCIENTIFICA
DI ECCELLENZA 2018

Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona e Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo promuovono congiuntamente il presente bando, al fine di coordinare le reciproche azioni di sostegno alla Ricerca Scientifica e di uniformare le modalità di selezione dei progetti.

Obiettivo del bando è sostenere l’attività scientifica svolta presso Enti di ricerca con sede operativa nel territorio delle province di riferimento attraverso il sostegno a progetti di ricerca innovativi che abbiano una ricaduta positiva ed incisiva in termini sia di sviluppo economico che di utilità sociale.

I progetti di ricerca presentati dovranno rientrare in una delle seguenti tre aree tematiche:

Area 1 > Scienze Naturali e Ingegneriache comprende:
Scienze matematiche e informatiche; Scienze fisiche, della materia e astronomiche; Scienze chimiche; Ingegneria; Scienze della Terra.

Area 2 > Scienze della Vita, che comprende:
Scienze molecolari; Scienze biologiche; Scienze mediche e neurologiche; Scienze farmaceutiche; Scienze agrarie e veterinarie.

Area 3 > Scienze Umane e Sociali, che comprende:
Scienze economiche; Scienze statistiche; Scienze politiche e sociali; Scienze giuridiche; Scienze geografiche; Scienze
psicologiche; Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche, dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche.

Per la realizzazione del bando, la Fondazione Cariverona mette a disposizione un plafond complessivo di euro 3.000.000.

La partecipazione al bando è riservata a Docenti o Ricercatori (Principal Investigator o PI) strutturati presso Istituzioni pubbliche o Enti di ricerca in possesso di personalità giuridica e senza fini di lucro, che abbiano sede operativanelle province di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona.

I progetti di ricerca dovranno avere una durata compresa tra i 24 e i 36 mesie potranno essere sostenuti fino all’importo massimo di:

  • euro 400.000 per i progetti afferenti all’area Scienze Naturali e Ingegneria;
  • euro 400.000 per i progetti afferenti all’area Scienze della Vita;
  • euro 200.000 per i progetti afferenti all’area Scienze Umane e Sociali.

Il bando è strutturato in due fasi successive e prevede, nel corso della 1^ FASE (call for proposal) la presentazione di un Executive Summary, e nel corso della 2^ FASE – riservata agli Enti i cui progetti avranno superato la preselezione – la definizione del progetto di ricerca approfondito.

Entrambe le fasi sono condotte da un Comitato Scientifico composto da esperti di chiara fama provenienti dal mondo della ricerca e articolato in tre Commissioni, corrispondenti alle tre Aree tematiche, che si avvalgono del giudizio di revisori internazionali.

Le Commissioni sono presiedute:

  • Area 1 – Scienze Naturali e Ingegneria, dal Prof. Davide Bassi (emerito dell’Università di Trento);
  • Area 2 – Scienze della Vita, dal Prof. Federico Bussolino (Università di Torino);
  • Area 3 – Scienze Umane e Sociali, dal Prof. Daniele Manacorda (Università Roma Tre).

A conclusione della 1^ Fase, sono state selezionate 26 progetti che accedono alla 2^ Fase di selezione.

Chi può partecipare – seconda fase

La partecipazione alla seconda fase del bando è riservata esclusivamente ai PI dei progetti che sono stati selezionati nella prima fase del bando, a seguito della valutazione degli Executive Summary svolta dal Comitato Scientifico.

Consulta la short list di progetti ammessi alla 2^ fase (PDF)

Come partecipare – seconda fase

Nella seconda fase del progetto i PI selezionati dovranno presentare un Progetto Definitivo redatto secondo il modello Research Projectmesso a disposizione dalla Fondazione e attenendosi alle indicazioni contenute nel Documento Linee guida per la compilazione del Progetto Definitivo. 

Il Progetto Definitivodovrà essere inviato, completo di tutti gli allegati richiesti, alla Fondazione tramite la stessa procedura online utilizzata nella prima fase del bando alla quale si può dall’area riservata, entro e non oltre le ore 12.00 (mezzogiorno) del 31 maggio 2019.

Nella procedura oltre a compilare i campi obbligatori presenti nel format on-line andranno allegati i seguenti documenti:

  • il modulo Research Project debitamente compilato a cui vanno acclusi in un unico documento PDF anche gli allegati specificati al termine del Documento (modulo (certificazione dei cofinanziamenti ottenuti e certificazione delle partnership)
  • la versione aggiornata del modulo Curriculum, Track Record, Team, compilata utilizzando la nuova versione del modello messo a disposizione.

Vengono messi a disposizioni i documenti e la modulistica utile per la candidatura di 2^ Fase, in ogni caso presente anche nell’area riservata.

SCARICA IL TESTO DEL BANDO (PDF)

Scarica il modello Research Project (word)

Scarica il modello Curriculum, Track Record PI e Research Team (word)

Consulta le Linee Guida per la Compilazione (PDF)

IN ARRIVO

APERTO

CHIUSO

IN VALUTAZIONE
2^ fase

VALUTAZIONE CONCLUSA

Al termine della 1^ Fase sono pervenute 159 candidature con un valore richiesto complessivo di 41,8 milioni di euro pari a 13,9 volte il budget a disposizione.

La prima classificazione per Area di riferimento riporta i seguenti dati: 90 candidature per l’Area Scienze della Vita con un  richiesto di circa 27 milioni di euro; 29 candidature per l’Area Scienze Naturali ed Ingegneria con un richiesto di circa 8,6 milioni di euro  e 40 candidature per l’Area Scienze Umane e Sociali con un richiesto di circa 6,1 milioni di euro.

DOMANDE FREQUENTI

Il Regolamento pone un limite di 3 enti per l’attivazione di partnership. La quota parte che si prevede di trasferire a eventuali partner che operano al di fuori delle province di riferimento della Fondazione sostenitrice non può superare in totale il 10% (a meno che l’eventuale eccedenza rispetto a questa quota non sia posta a carico di altri fondi; in tal caso si prega di indicare tale elemento nella sezione “additional notes” del budget).

Non viene posto invece un limite al trasferimento di fondi ad enti partner che operano all’interno delle province di riferimento della Fondazione sostenitrice.

La sezione Ethics Issues Table ha la funzione di rilevare l’esigenza di effettuare determinati adempimenti di legge da parte del Team di Ricerca, o determinati approfondimenti da parte della Fondazione, per la realizzazione di specifici task previsti dal progetto.

Nel caso in cui venga data risposta positiva ad una o più domande di questa sezione, e qualora il progetto risulti assegnatario di un contributo al termine del bando, dovranno essere assolti gli adempimenti previsti dalla legge per la specifica casistica segnalata.

Devono essere certificate tutte le partnership attivate nell’ambito del progetto, anche non a titolo oneroso, dunque non solo quelle che coinvolgono enti che operano al di fuori delle province di riferimento della Fondazione sostenitrice ma, ad esempio, anche quelle con altri Dipartimenti dell’Università o con altre diramazioni dell’ente in cui opera il PI, che hanno sede diversa rispetto a quella in cui opera il PI. È opportuno inoltre segnalare e certificare anche eventuali partnership con altri gruppi di ricerca presenti nella medesima struttura. Questo al fine di dare ai valutatori un’idea il più possibile precisa dell’articolazione operativa del progetto e dell’insieme di soggetti coinvolti.

Non è necessario. L’indicazione di eventuali co‑finanziamenti è richiesta al fine di chiarire il contesto economico nel quale sarà realizzato il progetto.

Si deve fare riferimento alla voce di budget “servizi esterni” quando un soggetto terzo viene retribuito, a seguito dell’emissione di fattura o analoga documentazione fiscalmente valida, unicamente per offrire un servizio che il Team di ricerca non può svolgere in autonomia presso il proprio ente di riferimento o i partner. In tal caso dunque il soggetto non collabora effettivamente allo svolgimento del progetto ma viene coinvolto unicamente per la fornitura di tale servizio. Per tali fattispecie di spesa la quota prevista a budget può costituire fino al 15% del contributo richiesto.

Nel caso in cui invece un soggetto terzo collabori attivamente allo svolgimento del progetto, dal punto di vista tecnico e scientifico e anche non a titolo oneroso, tale rapporto viene considerato partnership. Qualora tale soggetto operi in un territorio esterno a quello delle province di riferimento della Fondazione sostenitrice, si deve fare riferimento al limite del 10% di cui al Regolamento del bando. Non esiste invece un limite al trasferimento di importi per partnership con enti che operano all’interno di tale territorio.

Ricordiamo che le partnership vanno certificate allegando la documentazione corrispondente al modulo Research Project, formando un unico PDF.

No, i contributi saranno erogati dalla Fondazione direttamente ed esclusivamente all’ente di affiliazione del PI a seguito della sottoscrizione di una convenzione tra esso e la Fondazione. Pertanto, nel caso in cui il progetto preveda l’erogazione di una quota parte del contributo ad altri enti, sarà il capofila a gestire i trasferimenti verso i partner, e dovrà reperire e conservare copia dei rispettivi giustificativi di spesa ai fini della rendicontazione.

Tutti i componenti delle Commissioni istituite dalle Fondazioni, così come i revisori internazionali, sono chiamati a rispettare specifiche clausole di riservatezza riguardanti i progetti esaminati. Inoltre, per tutti i Collaboratori delle Fondazioni, interni ed esterni, anche occasionali, valgono le previsioni del Codice Etico delle medesime, a disposizione sui rispettivi siti internet.

Inoltre, prima dell’assegnazione del progetto per la valutazione, per ciascun commissario o revisore viene effettuato un assessment al fine di verificare l’assenza di conflitti di interessi e di collaborazioni in essere con il team di ricerca che svolgerà il progetto.

Area Formazione e Ricerca

Anno 2018


Stato del bando: Avviata la 2^ Fase


Pubblicazione 2^ Fase: 4 marzo 2019


Scadenza 2^ Fase: ore 13.00 del 31 maggio 2019


Risorse assegnate: euro 3.000.000


Orari di consulenza: dal lunedì al venerdì dalle 11.00 alle 13.00


Riferimenti: Luciano Aldrighetti – Marta Cenzi


Contatti referenti: consulta la sezione STAFF


e-mail: [email protected]


Help desk tecnico area riservata
e-mail help desk
051-09.38.315
dalle 9.00 alle 19.00


Iniziative correlate