fbpx

OSVALDO LICINI ALLA COLLEZIONE PEGGY GUGGENHEIM

In mostra una delle opere della Collezione di Fondazione Cariverona

È stata inaugurata il 22 settembre la mostra dedicata dalla Collezione Peggy Guggenheim di Venezia all’artista Osvaldo Licini.

La retrospettiva celebra l’opera di Osvaldo Licini (1894 – 1958) a 60 anni dalla scomparsa e da quando l’artista venne insignito del Gran premio per la pittura alla XXIX Biennale di Venezia dove aveva presentato 53 opere, eseguite tra il 1925 ed il 1958.

Undici sale espositive e un centinaio di opere accompagnano il visitatore alla scoperta del dirompente e tormentato percorso artistico dell’autore, che mise al centro della sua ricerca artistica la pittura stessa, mostrando le tappe di un’esperienza singolare che risalta all’interno della storia dell’arte del ‘900.

Fondazione Cariverona ha contribuito con il prestito di una delle opere della propria collezione le Bagnanti di Giorgio Morandi, pittore e incisore di rilievo del secolo scorso, incontrato da Licini durante il periodo della sua formazione nella città di Bologna, ricca in quel periodo di fermenti artistici.

Le Bagnanti (1915) si collocano nella prima sala del percorso espositivo, dedicata ai lavori di gioventù dell’artista, con l’intento di mettere in luce la folgorante scoperta della pittura francese contemporanea, da maestri ormai riconosciuti come Paul Cézanne ad artisti viventi quali André Derain.

Fondazione Cariverona da tempo è impegnata, con la direzione artistica di Luca Massimo Barbero, nella valorizzazione della sua collezione d’arte, composta da un corpus vario e unico nel suo genere, una raccolta che spazia all’interno delle diverse epoche storiche e delle diverse correnti artistiche.

Per tale motivo la Fondazione vuole ampliare la propria politica dei prestiti, avviando collaborazioni con Enti e Istituzioni museali, ed altre Fondazioni di origine bancaria, come testimoniano i prestiti effettuati nel 2017 a Fondazione Cariperugia, Gallerie D’Italia di Milano, Galleria d’Arte Moderna Achille Forti di Verona, Forte di Monte Ricco di Pieve di Cadore, Fundacion MPFRE di Madrid e Mole Vanvitelliana di Ancona.

Nel 2018 le opere della Collezione di Fondazione sono state prestate al Museo Ettore Fico di Torino, Fondazione Prada, Ca’Pesaro di Venezia, Fondazione Palazzo Strozzi, Fondazione Cariperugia e Fondazione Monteparma oltre alla Collezione Peggy Guggenheim di Venezia.

La retrospettiva dedicata a Osvaldo Licini, che comprende molte attività collaterali che mirano a far luce su alcuni aspetti della figura e della produzione di un artista tanto complesso, sarà visitabile fino al 14 gennaio 2019.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare la pagina dedicata sul sito della Collezione Peggy Guggenheim 

Ph. Matteo del Fina

Altri aggiornamenti

TIZIANO. L’ENIGMA DELL’AUTORITRATTO

La mostra si inserisce all’interno del progetto “Itinerari in rete” sostenuto da Fondazione Cariverona nell’ambito del Bando Valore Territori

INLAB BELLUNO

Nasce a Belluno il nuovo polo di ricerca e innovazione per sostenere l’europrogettazione

PUBBLICATO IL REGOLAMENTO DELLA SESSIONE EROGATIVA 2019

Un’opportunità per candidare iniziative non presentate sui Bandi 2019

BANDO CULTURA IN RETE

A sostegno delle piccole e medie organizzazioni culturali per progetti innovativi e multidisciplinari