fbpx

NET – FOR – NEET LA FORZA DELLA RETE VIRTUALE

12 nuovi ragazzi selezionati con colloqui on line

La rete è alla base del progetto Net for Neet, lo dice il nome stesso, basato sul presupposto che solo grazie ad una rete solidale e attiva, che coinvolge diversi attori della società, si possa intervenire contro il fenomeno della disoccupazione giovanile!

In questo momento di difficoltà e di distanziamento i ragazzi intercettati con il progetto rischiano di ritornare nell’inattività e di certo la Cooperativa Energie Sociali di Verona non poteva restare con le mani in mano, così l’equipe sta riorganizzando le attività, scoprendo nuovi strumenti, reinventando modalità di relazione.

Ecco che è ancora la rete che ci viene in aiuto, ma stavolta è la rete virtuale a sostenerci, grazie ai suoi strumenti di videoconferenza e a permetterci di restare in contatto e di portare avanti le attività di orientamento e di formazione.

Restiamo a casa, quindi, siamo distanti ma uniti e approfittiamo di questo tempo per:

  • conoscerci meglio, con il bilancio delle competenze
  • imparare a scrivere un buon curriculum
  • imparare a farlo online anche solo con lo smartphone
  • potenziare la nostra capacità di usare gli strumenti informatici
  • conoscere i contratti e il mercato del lavoro
  • proiettarci sul futuro e fare progetti professionali a lungo termine
  • imparare cose nuove

Attualmente sono 13 i ragazzi che stanno proseguendo da remoto le attività di accompagnamento al lavoro dal 2019 e 12 nuovi ragazzi selezionati nel 2020, che dopo il primo colloquio di persona l’equipe sta conoscendo grazie ai colloqui online, utilizzando questo tempo prezioso per l’ascolto di sé e di riflessione, per una sfida che nell’emergenza attuale acquisisce in prospettiva maggiore complessità.

Il progetto triennale Net-for-Neet è sostenuto da Fondazione Cariverona con il Bando Welfare & Famiglia e si propone di promuovere l’occupabilità e l’autonomia di giovani dai 16 ai 25 anni che non studiano e non lavorano, che hanno bassa scolarità, che sono deboli e vulnerabili nel mercato del lavoro. Si intende dare a questi ragazzi e ragazze più fragili la possibilità di fare esperienze di formazione, di lavoro e di autogestione in grado di rinforzare le loro capacità di resilienza e di empowerment e di renderli pro-attivi nella costruzione del loro percorso di crescita personale e professionale.

Il progetto intende contribuire alla ricerca di soluzioni al problema dei giovani Neet, in particolare quelli che – per caratteristiche personali, sociali e formative – sono maggiormente esposti all’esclusione dal mondo del lavoro, destinati ad una constante precarietà e privi di progettualità che permettano loro di crescere professionalmente, pur partendo da basse e dequalificate posizioni lavorative. L’idea progettuale nasce e si sviluppa, quindi, attraverso un forte approccio di rete con l’intento di superare iniziative settoriali per un problema che richiede interventi personalizzati e differenziati.

Altri aggiornamenti

NUOVI INCORAGGIANTI RISULTATI DALLA RICERCA

Il progetto scientifico coordinato dall’Università di Verona sul ruolo della proteina DAB 2 apre nuovi scenari terapeutici per la cura di diverse neoplasie

LA FORMAZIONE DEI NUOVI PROTAGONISTI DEL SOCIALE

Il Disability Navigator, una figura professionale nata per concretizzare l’inclusione dei giovani con disabilità, sostenuta con il Bando Welfare & Famiglia

C-Art-Off-Line

Il nuovo progetto di ARTE PORTA A PORTA di Fondazione Cariverona con la curatela di Mirko Rizzi per la valorizzazione delle attività culturali

MASTERCLASS

Il nuovo percorso di formazione dedicato ai docenti ideato da Pleiadi e sostenuto da Fondazione Cariverona