fbpx

IL PROGETTO RETI DI COMUNITÁ STUDIA L’IMPATTO DEL COVID-19

Adulti e adolescenti di 13 Comuni del distretto ovest dell’Ulss 8 Berica hanno partecipato all’indagine: per entrambi uno sguardo positivo sul futuro

Interessanti i risultati di una ricerca messa in campo dal Progetto triennale Reti di Comunità – sostenuto da Fondazione Cariverona all’interno del Bando Welfare & Famiglia e realizzato dalla Cooperativa Sociale Comunità Papa Giovanni XXIII  – per esplorare la percezione dell’emergenza Covid e indagare il vissuto personale relativo per adulti e adolescenti all’interno del territorio dell’Ulss 8 Distretto Ovest Vicentino coinvolgendo 13 comuni: Arzignano; Brogliano; Castelgomberto; Chiampo; Cornedo Vicentino; Crespadoro; Montecchio Maggiore; Recoaro Terme; San Pietro Mussolino; Trissino; Val Liona; Altissimo e Montorso Vicentino.

Le norme messe in atto per contenere la diffusione del Covid-19 hanno generato un cambiamento improvviso nello stile di vita, nelle abitudini e nell’intera comunità. La nostra vita quotidiana e sociale è stata stravolta e la ricerca ha voluto interrogare adulti e adolescenti sulle conseguenze di quanto avvenuto. Ad un campione rappresentativo di oltre 3000 partecipanti (1614 adulti e 1435 adolescenti) è stato somministrato un set di domande a risposta chiusa e aperta.

  • Le evidenze emerse ci raccontano di come le norme messe in campo per contrastare l’epidemia da Covid-19, siano state valutate ADEGUATE da adulti e adolescenti.
  • Gli adulti hanno sperimentato stress e disturbi collegati quali difficoltà a dormire, ansia e preoccupazione IN MODO PIÙ MARCATO rispetto agli adolescenti.
  • Sia adulti che adolescenti concordano, CON PERCENTUALI SIMILI, come la quotidianità in famiglia sia cambiata a causa dell’emergenza. Tuttavia, gli adolescenti riportano situazioni conflittuali in famiglia in modo maggiore rispetto al giudizio degli adulti.
  • In relazione all’utilizzo delle tecnologie e della rete gli adolescenti trascorrono, in media, IL DOPPIO del tempo collegati rispetto agli adulti.
  • Nel recepire le informazioni sulla pandemia da Covid-19 e sull’emergenza adulti e adolescenti utilizzano, IN MODO SIMILE, gli stessi canali di informazione.
  • La Didattica a Distanza, la DAD, viene giudicata efficace DA ENTRAMBI I CAMPIONI con gli adolescenti, primi utilizzatori, che ne hanno percepito l’efficacia in modo più marcato.
  • In relazione alla percezione del futuro gli adolescenti dimostrano più ottimismo rispetto agli adulti anche se entrambi pensano alle conseguenze future sulla comunità, IN MODO ANALOGO E POSITIVO.

Il progetto Reti di Comunità nasce con l’obiettivo di prevenire il disagio minorile e giovanile sul territorio vicentino. Particolare attenzione vogliamo quindi dedicare al set di dati che emerge dal mondo degli oltre 1400 adolescenti che hanno partecipato all’indagine.

L’87% del campione frequenta la scuola secondaria di 1^ grado mentre l’86,6% dei compilanti appartiene ad un nucleo familiare di almeno 4 persone dove Il 69,9% indica un clima spesso disteso e sereno, registrando comunque il 40,6% che vi sia stato conflitto in famiglia, mentre per il 73,4% indica un clima di rispetto.

Trovano conferma poi le dinamiche di utilizzo degli strumenti digitali da parte delle giovani generazioni: tra gli adolescenti l’81,3% usa lo smartphone, l’83,8% usa il computer mentre Il 79,5% ritiene di avere una adeguata connessione internet.

Il 57,8% sta collegato almeno 3 ore SENZA didattica a distanza ed Il 74,5% utilizza le Chat App per rimanere in contatto con amici. Per 1 adolescente su 2, il tempo complessivo medio trascorso online al giorno è di 6 ore. L’86,7% giudica efficace la didattica a distanza introdotta dalle scuole.

L’85,4% è contento della sua vita a casa e l’80,3% ha approfittato del tempo a casa per coltivare i propri interessi. L’80,9% pensa al futuro con moderato o elevato ottimismo

Potete consultare nel dettaglio gli esiti della ricerca sulla pagina dedicata del sito del progetto.

Altri aggiornamenti

NUOVA SCADENZA PER LA TERZA EDIZIONE DEL CONCORSO M4NG

Posticipato al 28 febbraio 2021 il termine per presentare la domanda di partecipazione al concorso Music 4 the Next Generation

ITINERARI IN RETE: ALLA SCOPERTA DEL CADORE IN 36 EVENTI

Il progetto per celebrare i 600 anni della dedizione a Venezia con un calendario fra storia, arte e natura

I PRIMI RISULTATI DEL PROGETTO DI RICERCA COVID-19 ENACT

Procede rapidamente con promettenti risultati il progetto multidisciplinare di ricerca scientifica Conoscerlo per sconfiggerlo. Alleanza contro COVID-19 (ENACT) condotto dall’Università di Verona con il sostegno di Fondazione Cariverona

RINNOVIAMO L’AREA DEL SITO DEDICATA ALLA RENDICONTAZIONE

Dal 29 maggio al 2 giugno l’Area Riservata dedicata agli enti sul sito internet di Fondazione Cariverona sarà momentaneamente non disponibile