fbpx
Scroll Top

HOME REHABILITATION

Il progetto marchigiano di assistenza individualizzata si trasforma e diventa online

Home Rehabilitation nasce per fornire Piani Assistenziali Individualizzati rivolti a soggetti anziani affetti da patologie croniche-progressive e a rischio di sviluppo e/o aggravamento di disabilità pre-esistenti. Spesso il lasso di tempo fra le dimissioni del paziente e l’inizio della riabilitazione può durare anche svariate settimane, causando l’insorgenza di gravi complicanze legate all’immobilità e alla mancanza di adeguato esercizio fisico, compromettendo le possibilità di recupero.

Con questo progetto l’Azienda Pubblica di servizi alla persona – Paolo Ricci, vuole fornire interventi a domicilio, privilegiando tale modalità di sostegno rispetto all’inserimento del paziente in strutture residenziali, con l’intento di favorire qualità della vita e ambiente familiare. Un’idea che Fondazione Cariverona ha sostenuto con il Bando Programmi Riabilitativi del 2018.

Durante l’emergenza COVID-19 il progetto non si è fermato, offrendo la possibilità di proseguire i percorsi online. Per tutti gli utenti è stato garantito, fin da subito, un supporto a distanza da parte di tutti i professionisti (fisiatra, assistente sociale, psicologo, terapista occupazionale, fisioterapista e O.S.S.) attraverso assistenza digitale e video chiamate.

I caregivers hanno avuto la possibilità di avere indicazioni specifiche e di sentirsi meno soli nella gestione dell’assistenza al loro caro; di grande aiuto è stato il supporto psicologico a distanza.  La sospensione delle prestazioni domiciliari è stata condivisa da tutta l’equipe e dettata principalmente dalla particolare condizione di fragilità dal punto di vista immunitario della maggior parte degli utenti, della loro età avanzata e della presenza di altre patologie.

L’ASP Paolo Ricci si è dotata di un software di tele assistenza attraverso il quale gli operatori hanno avuto la possibilità di collegarsi in tempo reale con gli utenti e svolgere le sedute di fisioterapia, di terapia occupazionale e di supporto psicologico. L’utente e il caregiver hanno potuto così interagire direttamente con l’operatore, che forniva in diretta le indicazioni rispetto ai vari esercizi da eseguire e ha potuto  controllare e supervisionare il lavoro dell’utente.

Gli utenti, ma soprattutto i caregivers, sono stati molto propensi all’avvio della tele riabilitazione. Attualmente la maggior parte degli utenti ha la possibilità di effettuare le sedute con un PAI calibrato sulle proprie specifiche esigenze.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dedicato.

Altri aggiornamenti

Infermiere di famiglia: a Sedico 70 persone fragili assistite in sei mesi

Attraverso l’introduzione di questa nuova figura, il progetto del Comune di Sedico punta a fornire un’assistenza socio-sanitaria a 360 gradi in grado di mettere in rete e valorizzare le risorse del territorio

Non sono emergenza: una nuova luce sul disagio degli adolescenti

La campagna comunicativa racconta la condizione giovanile attraverso un fotoreportage, un documentario e un report statistico per promuovere una narrazione alternativa del fenomeno

Bando STeP: insieme per la crescita sostenibile dei territori

L’iniziativa mette a disposizione 2 milioni di euro per progetti in grado di attivare e coinvolgere la comunità nella risposta ai bisogni locali

Da lineare a circolare: l’educazione del bando Format per un nuovo modello economico

L’iniziativa mette a disposizione 1,5 milioni di euro per progetti di formazione ed empowerment in grado di creare buone pratiche di produzione o consumo

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere la newsletter di Fondazione Cariverona. Lasciando i tuoi dati rimarrai aggiornato sui nostri bandi, iniziative ed eventi !