fbpx

HOW MANY LANDSCAPES? – PROGRAMMA PUBBLICO

Un coinvolgente programma con visite guidate, workshop per adulti e bambini sino a dicembre 2021

La mostra How many landscapes? dedicata alla relazione tra fotografia e paesaggio, partendo da un corpus di opere di Gabriele Basilico presenti nella nostra collezione, è ospitata nella sede di Fondazione Cariverona sino al 12 dicembre. L’iniziativa è accompagnata da un programma pubblico che  prevede: un ciclo di visite guidate gratuite aperte a tutta la cittadinanza a cura di Valeria Marchi nei fine settimana da ottobre a dicembre, un laboratorio di cianotipia a cura di Claudia Corrent, un workshop per adulti e professionisti del settore a cura di Alberto Sinigaglia.

Incontri in mostra/visite guidate a cura di Valeria Marchi 

Sei appuntamenti durante l’intero svolgimento della mostra per incontrare la cittadinanza in una visita guidata al percorso espositivo che stimoli la riflessione sulle opere e i temi proposti

su prenotazione (minimo 5 massimo 15 persone) 

Workshop per bambini 

sabato 13 novembre dalle 14.30 alle 17.00 

Laboratorio di cianotipia con Claudia Corrent per bambini dai 6 ai 12 anni

I laboratori sono pensati per educare i ragazzi ad avere uno sguardo più consapevole nei confronti dell’immagine. Qui alcune fotografie dei workshop utilizzando il collage, la pinhole (foto scattate con le scatole da scarpe), la cianotipia (foto blu con foglie, fiori), i rayogrammi, passando per i chimigrammi e il rollage. La didattica inoltre si compone di progetti legati alla narrazione fotografica come i laboratori di ritratto e autoritratto, reportage e l’uso della Polaroid.

Utilizzando i negativi digitali di alcune foto della mostra, i bambini verranno guidati nella realizzazione di cianotipie. La cianotipia è un antico metodo di stampa fotografica caratterizzata dal tipico colore Blu di Prussia (da qui il nome che deriva dal greco antico kyanos, “blu”). Lo scienziato e astronomo inglese Sir John Herschel inventò questo procedimento nel 1842, a pochi anni dal varo della fotografia da parte di William Fox Talbot in Gran Bretagna e Louis Daguerre in Francia. Il cianotipo è rimasto famoso nella storia della fotografia anche perché venne sfruttato pochi anni dopo la sua scoperta da Anna Atkins, considerata da molti la prima donna fotografa della storia. Lo stesso procedimento di stampa, grazie alla sua versatilità, è rimasto in uso, oltre che in fotografia anche come processo grafico per la riproduzione di disegni tecnici e di planimetrie, almeno fino agli anni Settanta del XX secolo.

Il laboratorio esplora insieme ai bambini gli albori della tecnica fotografica secondo un processo che l’artista ha già sperimentato presso altre istituzioni come la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.

Claudia Corrent è fotografa freelance ed è laureata in filosofia con una tesi di estetica sul rapporto tra la filosofia e fotografia di paesaggio. Ha collaborato con la Repubblica, Der Spiegel, Courrier International e Die Zeit. Nel 2019 vince il premio artisti della Provincia autonoma di Bolzano, il premio Riaperture, il Capalbiofotofestival, nel 2018 vince il concorso “Debut” a Vilnius in Lituania ed è tra i finalisti del Premio Fabbri. L’attività espositiva comprende mostre personali e collettive a New York, San Francisco, Vilnius, Milano, Roma, Genova, Venezia. Organizza laboratori didattici presso musei e istituti scolastici (Mart, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo). I suoi ambiti di interesse sono focalizzati verso la narrazione di storie soprattutto legate a tematiche antropologiche/sociali e al rapporto tra l’uomo e l’ambiente. Ultimamente la sua ricerca si concentra sugli archivi e la memoria familiare. È rappresentata dall’agenzia LUZ.

Workshop per adulti – 27 28 novembre

ARCHITETTURA E PAESAGGIO di Alberto Sinigaglia

Il workshop di Fotografia di architettura trasferisce le competenze adeguate per la corretta realizzazione di fotografie professionali di edifici con luce naturale. Il tema della fotografia architettonica sarà affrontato sia dal punto di vista storico e critico sia da quello tecnico. Verrà mostrato agli studenti come impiegare al meglio il mezzo digitale per arrivare a strutturare un progetto di fotografia architettonica per cui sarà svolta una parte pratica di shooting basata su una lista di edifici presenti nel comune di Verona la cui qualità architettonica verrà riscoperta attraverso la fotografia. A conclusione si affronteranno l’editing e la post-produzione delle immagini.

Minimo 6 massimo 12 partecipanti

PROGRAMMA

  • La fotografia di architettura e gli autori principali
  • Come si struttura un progetto di fotografia di architettura
  • Presentazione lista degli edifici (con architetto)
  • Esercitazione in esterni con propria reflex
  • Visualizzazione lavori/editing e post produzione
  • Montaggi fotografici (hdr e montaggi di più immagini)

Alberto Sinigaglia (1984) ha ottenuto la laurea in architettura presso l’Università Iuav di Venezia. Successivamente ha frequentato il Photoglobal Program presso la School of Visual Art di New York. Sinigaglia è stato finalista di diversi premi tra cui il Premio Fotografia Italiana Under 40 (2015), il Premio Gabriele Basilico (2015) ed il Talent Prize 2017. Nel 2014 è stato selezionato tra i vincitori della 98ma Collettiva Giovani Artisti della Fondazione Bevilacqua La Masa e nel 2017 ha vinto il Premio Fattori Contemporaneo del Combat Prize e il Premio Fabbri per la Fotografia Contemporanea. Nel 2019 è stato selezionato tra i fotografi di Atlante Architettura, un’iniziativa promossa da MuFOCO, Triennale di Milano e DGCCRU (Direzione Generale Creatività Contemporanea e Rigenerazione Urbana) del MiBACT (Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo). Il suo lavoro è stato esposto in Italia ed all’estero e pubblicato su diverse riviste quali Domus, Casabella, A+U, San Rocco, Abitare. Dal 2015 e’ tra gli editor di Genda Magazine. Vive e lavora tra Vicenza e Mosca.

CALENDARIO

Domenica 31 ottobre h 15.00 – visite guidate in mostra con Valeria Marchi

Domenica 7 novembre h 15.00 – visite guidate in mostra con Valeria Marchi

Sabato 13 novembre dalle 14.30 alle 17.00 – Laboratorio di cianotipia con Claudia Corrent per bambini dai 6 ai 12 anni

Domenica 21 novembre h 15.00 – visite guidate in mostra con Valeria Marchi

Venerdì 26 novembre h 18.00 – visite guidate in mostra con Valeria Marchi

Sabato 27 e domenica 28 novembre – Architettura e paesaggio workshop intensivo per adulti con Alessandro Sambini

Sabato 4 dicembre h 11.00 – visite guidate in mostra con Valeria Marchi

Venerdì 10 dicembre h 18.00 – visite guidate in mostra con Valeria Marchi

Sabato 11 dicembre h 17.00 Talk – How many landscapes? Dibattito critico sullo sviluppo urbanistico e architettonico del territorio in occasione del finissage della mostra

 

Tutte le attività sono gratuite e riservate a possessori di green pass. Per informazioni su come iscriversi e partecipare: [email protected] – 3402612167

Altri aggiornamenti

CONCERTI DI NATALE 2021

Tre appuntamenti per celebrare il Natale nelle province di Verona, Vicenza e Belluno con la Cetra Barockorchester & Vokalensemble Basel

ARCOVER – ARCHIVI DEL COSTRUITO VERONESE IN RETE

Oltre 15mila documenti digitalizzati e geo referenziati del patrimonio archivistico della città di Verona

TALK – HOW MANY LANDSCAPES?

Sabato 11 dicembre alle ore 17 il dibattito sul paesaggio, l’urbanistica, l’architettura e la fotografia in occasione del finissage della mostra

BANDO RICERCA E SVILUPPO

Terza edizione del Bando nato per incentivare progetti in rete tra realtà di ricerca, imprese e giovani ricercatori

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere la newsletter di Fondazione Cariverona. Lasciando i tuoi dati rimarrai aggiornato sui nostri bandi, iniziative ed eventi !