fbpx

COVID HOSPITAL DI VILLAFRANCA A SERVIZIO DEL TERRITORIO

500 tamponi al giorno effettuati nel laboratorio di diagnostica molecolare
con le attrezzature donate da Fondazione Cariverona

Al laboratorio di microbiologia del Covid Hospital Magalini di Villafranca funzionano a pieno regime i quattro nuovi estrattori attivati con il contributo di Fondazione Cariverona, che ha così fornito un decisivo contributo per affrontare la crisi epidemiologica nel territorio veronese. Vi si processano infatti ben 500 tamponi al giorno, anche ai dipendenti, dando l’esito in giornata. A fine aprile arriverà poi un altro macchinario che potrà dare altri 140 risultati al giorno.

L’obiettivo della struttura – come evidenzia il Direttore della ULSS 9 Pietro Girardi nel ringraziare tutti coloro che stanno concretamente compiendo gesti di solidarietà – è diventare punto di riferimento nel Distretto per la sorveglianza attiva sul personale e dare una mano, se servisse, anche al resto della nostra rete ospedaliera.

Fondazione Cariverona, oltre al suo principale intervento strategico prodotto con un finanziamento di 2 milioni di euro atto a combattere l’esplosione della epidemia, quello che verrà elaborato dall’Università di Verona con un grande progetto finalizzato alla conoscenza attraverso la ricerca scientifica, nell’immediatezza dell’emergenza epidemiologica e nell’articolato complesso delle risorse e delle misure di intervento messe a disposizione dei territori, ha prodotto anche sostanziali contributi per azioni straordinarie a supporto delle Aziende Sanitarie e delle Caritas diocesane con l’obiettivo di essere presenti su vari fronti nell’affrontare le necessità e affrontare i problemi nei territori di riferimento.

Nel settore sanitario gli interventi hanno interessato le ULSS delle province di Verona, Vicenza, Belluno, Ancona e Mantova contribuendo all’acquisto di apparecchiature, dispositivi e materiali di consumo in relazione allo stato emergenziale. A mero titolo esemplificativo le tipologie di apparecchiature medico scientifiche segnalate come necessarie dalle aziende sanitarie per affrontare l’emergenza sanitaria sono i ventilatori polmonari, i sistemi per l’ossigenazione polmonare del sangue, strumenti radiologici ed ecografi portatili, monitor multiparametrici ed altri a cui si sommano le necessità per i Dispositivi di protezione individuale.

Con la erogazione iniziale di 1,1 milioni a favore delle aziende sanitarie e alla Caritas del territorio, complessivamente in questa prima fase abbiamo immediatamente reso disponibili per le ULSS ed erogato risorse per complessivi 610 mila euro, che includono l’acquisto degli estrattori per l’Ospedale di Villafranca, cui sono stati in seguito aggiunti altri 45.000 per l’acquisto di 1500 dispositivi per il monitoraggio della saturazione di ossigeno del sangue capillare, richiesti dalla Federazione dei Medici di Medicina Generale per la sorveglianza dei pazienti contagiati a domicilio.

Altri aggiornamenti

NUOVI INCORAGGIANTI RISULTATI DALLA RICERCA

Il progetto scientifico coordinato dall’Università di Verona sul ruolo della proteina DAB 2 apre nuovi scenari terapeutici per la cura di diverse neoplasie

LA FORMAZIONE DEI NUOVI PROTAGONISTI DEL SOCIALE

Il Disability Navigator, una figura professionale nata per concretizzare l’inclusione dei giovani con disabilità, sostenuta con il Bando Welfare & Famiglia

C-Art-Off-Line

Il nuovo progetto di ARTE PORTA A PORTA di Fondazione Cariverona con la curatela di Mirko Rizzi per la valorizzazione delle attività culturali

MASTERCLASS

Il nuovo percorso di formazione dedicato ai docenti ideato da Pleiadi e sostenuto da Fondazione Cariverona