fbpx

LUOGHI COMUNI

LUOGHI COMUNI
Cantieri e siti monumentali della Verona storica e industriale
in Gabriele Basilico e Alessandra Chemollo

 

La mostra permette di osservare tramite gli scatti dei due fotografi una relazione biunivoca tra passato e presente, centro storico e periferia urbana ma offre inoltre la possibilità di visitare i cantieri di due dei luoghi soggetti delle fotografie, ancora in fase di ristrutturazione: Castel San Pietro e Palazzo del Capitanio.

LUOGHI COMUNI è curata da studentesse e studenti dell’Università di Verona, dell’Accademia di Belle Arti (ABAVR) e dell’Istituto Universitario Salesiano (IUSVE), coordinati dall’Associazione Culturale Urbs Picta, grazie all’opportunità offerta da Fondazione Cariverona.

L’esposizione concretizza il lavoro compiuto durante il workshop Visual Art Collection Management and Curating, che ha avuto luogo da ottobre a dicembre 2021, in cui i partecipanti hanno potuto confrontarsi con esperti del settore dell’arte, della curatela, della fotografia e della comunicazione in un percorso di alta formazione che ha permesso l’ideazione e il successivo lavoro di progettazione della mostra LUOGHI COMUNI.

L’iniziativa vuole avviare la restituzione alla cittadinanza dei luoghi simbolo della città: Castel San Pietro e Palazzo del Capitanio, aprendoli durante gli importanti lavori di restauro e creando la possibilità di vedere con i propri occhi un momento speciale della vita di queste monumentali realtà. Luoghi tanto comuni, così evidenti allo sguardo, si illuminano di una luce inedita e ritornano al cittadino in tutta la loro vitalità, mostrandosi nel loro continuo processo di evoluzione e riqualificazione. L’occhio dei due fotografi coglie le trasformazioni di questi spazi e la dicotomia che si viene a creare, tra passato e futuro, tra centro e periferia. A questo gioco concettuale si aggiunge il significato morale di Luoghi comuni, che vuole avviare la restituzione alla cittadinanza di spazi della comunità.

Il progetto si sviluppa come un percorso diffuso sul territorio della città aprendo tre diverse sedi che vanno ad ospitare le sale della mostra: la sede di Fondazione Cariverona dove si mettono a confronto gli sguardi dei due artisti, Gabriele Basilico e Alessandra Chemollo con le immagini che raccontano le aree degli Ex Magazzini Generali; prosegue poi negli spazi finora chiusi di Castel San Pietro e di Palazzo del Capitanio la cui natura di cantieri in fieri viene svelata dagli scatti dei due fotografi, vocati da sempre all’osservazione dell’architettura. Una nuova opportunità di rivivere la storia della città e di questi luoghi tramite le foto che li ritraggono e raccontano il loro evolvere fra passato e presente.

La mostra si amplia anche con un diversificato programma pubblico composto da talk e laboratori rivolti a diverse età. Sarà possibile partecipare a due conferenze che vedranno, nell’incontro finale, anche l’intervento della fotografa Alessandra Chemollo e di altri relatori sui temi della fotografia e del territorio. I laboratori invece, permetteranno di sperimentare, in modo autonomo e creativo, due differenti tecniche artistiche: l’uso del carboncino  per avvicinarsi alle fotografie in bianco e nero di Gabriele Basilico e l’antotipia, un processo fotografico che sfrutta le capacità fotosensibili naturali di ortaggi, fiori, bacche e spezie.

L’opening, sabato 28 maggio, darà il via alle successive aperture che si collocheranno ogni primo weekend del mese fino a settembre 2022 con la chiusura della mostra.

Le tre sedi della mostra sono visitabili gratuitamente su accompagnamento dei mediatori e su prenotazione obbligatoria, scrivendo a [email protected], o telefonicamente al n. +39 3490713192, a partire dal weekend del 28 e 29 maggio 2022 e proseguendo con le successive aperture.

Considerando la natura cantieristica degli spazi di Castel San Pietro e di Palazzo del Capitanio e per questioni di sicurezza, l’accesso non sarà possibile per coloro che presentano gravi disabilità o importanti problemi motori.

“The exhibition gives the possibility to observe through the eye of the camera of two important photographers the dynamic relation between the city center and the suburban area, while allowing the visitor to explore the places otherwise secluded due to the renovations.
Particularly, the visitor will get to know two important historical landmarks: the palace of the Captain of the people, one of the most important political figures of the middle age, and the military Castel San Pietro dating back to the Austrian domination in the XIX century.
 
LUOGHI COMUNI (literally “common places”) is a pun that toys with the general conception regarding the dichotomy between the city center and the suburban area, as well as the distance between history and present times.
The exhibition was curated by the students of the different institutions: University of Verona, the ABAV (Verona Academy of Arts), and the IUSVE (Salesian Institution of higher education), supported by Fondazione Cariverona.
 
The initiative takes place in three main locations: The Capitanio palace, The San Pietro Castel and Palazzo Pellegrini, home of Fondazione Cariverona.
The first two are under-construction sites, giving the once in a lifetime possibility of getting to know those historical sites seeing them both through one’s own eye as much as Alessandra Chemollo’s camera’s eye.
In Palazzo Pellegrini the visitor will be introduced to the dialogue between the elegance of a downtown palace and the exquisite work of Gabriele Basilico, who was able with his photographs to bring out the poetry embedded in the industrial architecture of the suburbs.
 
Please notice that due to the construction site nature of the places, in order to guarantee a safe tour, the access will be restricted to those presenting physical impairment.”
 
Free entrance, info and reservation:
[email protected] / +39 3490713192

LUOGHI COMUNI
Cantieri e siti monumentali della Verona storica e industriale in Gabriele Basilico e Alessandra Chemollo

a cura degli studenti partecipanti al workshop Visual Art Collection Management and Curating

un progetto di Fondazione Cariverona
in collaborazione con l’Associazione Culturale Urbs Picta

aperture dal 28 maggio al 4 settembre ogni primo weekend del mese

Opening sabato 28 maggio:
ore 11:00 presso Castel San Pietro per autorità e stampa
ore 17:00 opening pubblico con dj-set presso la sede di Fondazione Cariverona
apertura sedi al pubblico dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 20 con visite guidate su prenotazione

Visite guidate gratuite dal 28 Maggio al 4 settembre 2022 su prenotazione obbligatoria a [email protected] / +39 3490713192

SEDI ESPOSITIVE:
Fondazione Cariverona via Achille Forti, 3A, 37121 Verona
Castel San Pietro piazzale Castel S. Pietro, 37129 Verona
Palazzo del Capitanio piazza dei Signori, 22, 37121 Verona

Aperture e orari mostra:

SABATO 28 MAGGIO: ore 11:00*, 12:00* / 15:00, 16:00, 17:00, 18:00, 19:00
* la sede di Castel San Pietro, dalle 11:00 alle 13:00, sarà riservata ad autorità e stampa


DOMENICA 29 MAGGIO
SABATO 4 e DOMENICA 5 GIUGNO
SABATO 2 e DOMENICA 3 LUGLIO
SABATO 6 e DOMENICA 7 AGOSTO
SABATO 3 e DOMENICA 4 SETTEMBRE

negli orari: 10:00, 11:00, 12:00 / 15:00, 16:00, 17:00

Le tre sedi della mostra sono visitabili gratuitamente, su prenotazione obbligatoria e accompagnamento dei mediatori.

Per informazioni e prenotazioni: [email protected] / +39 3490713192

Considerando la natura cantieristica degli spazi di Castel San Pietro e di Palazzo del Capitanio e per questioni di sicurezza, l’accesso non sarà possibile per coloro che presentano gravi disabilità o importanti problemi motori.

Programma pubblico

 

LABORATORI e TALK

SABATO 4 GIUGNO ore 16:00 – 18:00
MONOCHROME – Laboratorio di disegno a carboncino

DOMENICA 5 GIUGNO ore 11:00
Talk – Analisi di un territorio: tra arte architettura e identità

SABATO 2 LUGLIO ore 15:00 – 18:00
ANTOTIPIA – Impronte naturali della Città  – primo incontro

DOMENICA 3 LUGLIO ore 10:00 – 13:00
ANTOTIPIA – Impronte naturali della Città  – secondo incontro

SABATO 3 SETTEMBRE ore 16:00
Talk – Luci e Ombre nella fotografia

 

Tutte le attività del programma pubblico sono gratuite tramite prenotazione obbligatoria

Per informazioni e iscrizione: [email protected] / +39 3490713192

LABORATORI – informazioni e iscrizioni

Il workshop MONOCHROME è un laboratorio pensato per un pubblico giovane e adulto che vuole cimentarsi nell’uso del carboncino con un approccio gestuale e liberatorio, che avvicina alle fotografie in bianco e nero della mostra e permette uno sguardo nuovo sulle architetture e gli spazi raccontati nel percorso espositivo. Per la partecipazione non è necessaria alcuna competenza tecnica pregressa. Il laboratorio è a cura delle mediatrici Agata Arena e Vanessa Falzi.

DOVE: Fondazione Cariverona | Sala Polifunzionale | Via A. Forti, 3a

QUANDO: sabato 4 giugno 2022 | ore 16:00 – 18:00

Massimo 15 partecipanti

Info e iscrizioni entro mercoledì 1 giugno 2022

Per informazioni e iscrizioni: [email protected] / +39 3490713192

Il workshop Antotipia – Impronte naturali nella Città è un laboratorio per bambine e bambini tra gli 8 e i 12 anni che permette di avvicinarsi alla produzione di immagini per sperimentare in modo empirico e creativo un processo fotografico che sfrutta le proprietà fotosensibili di ortaggi, fiori, bacche e spezie.

Al workshop si accompagna un’esplorazione delle fotografie della mostra.
Il laboratorio è a cura della fotografa ed educatrice Claudia Marini

DOVE: Fondazione Cariverona | Sala Polifunzionale | Via A. Forti, 3a

QUANDO: sabato 2 luglio 2022 | ore 15:00 – 18:00
domenica 3 luglio 2022 | ore 10:00 – 13:00

Massimo 15 partecipanti

Info e iscrizioni entro venerdì 29 giugno 2022

Per informazioni e iscrizioni: [email protected] / +39 3490713192

TALK – informazioni e iscrizioni

La mostra LUOGHI COMUNI si completa di un programma pubblico che prevede inoltre due talk aperti a tutta la cittadinanza sul ruolo del bianco e nero nella fotografia contemporanea e il concetto di immagine, intesa come rappresentazione rapportata al ricordo e all’identità di una comunità. In particolare l’incontro finale sarà occasione di confronto con professionisti ed esperti del settore e di riflessione sul dialogo tra gli artisti in mostra, Gabriele Basilico e Alessandra Chemollo, e gli spazi architettonici oggetto della loro indagine fotografica.

DOVE: Fondazione Cariverona | Sala Polivalente | Via A. Forti, 3A

QUANDO: domenica 5 giugno 2022 ore 11

Intervengono:
– Dott. Ettore Napione, Responsabile ufficio Conservazione e valorizzazione sito UNESCO e Cinta Muraria – Comune di Verona
– Arch. Michele De Mori, presidente associazione AGILE
con Alessia Rodighiero (studnetessa progetto VAC) e il team di Urbs Picta.

Analisi di un territorio: tra arte, architettura e identità è un incontro intorno allo sviluppo urbanistico e architettonico del territorio veronese e sull’immagine che riveste in rapporto alla memoria della sua comunità. Un appuntamento che mette a confronto, in particolare, le architetture osservate dallo sguardo di Gabriele Basilico e Alessandra Chemollo con la storia culturale e industriale scaligera. Palazzo del Capitanio, Castel San Pietro e gli ex Magazzini Generali di Verona sono narrati in un viaggio storico, architettonico e urbanistico.

Tutte le attività del programma pubblico sono gratuite su prenotazione.

Per informazioni su come iscriversi e partecipare:
[email protected] / +39 3490713192

Luci e ombre nella fotografia è un incontro pensato per chi desidera conoscere l’evoluzione del linguaggio fotografico dall’analogico al digitale, approfondendo l’uso del colore in fotografia e l’utilizzo del bianco e nero nel contemporaneo, tra esigenze poetiche, ricerca personale, effetti visivi e contesto culturale. In particolare, si pone come occasione di confronto con professionisti del settore e di riflessione intorno agli artisti in mostra, Alessandra Chemollo e Gabriele Basilico. Autori che si sono soffermati sui medesimi luoghi comuni del nostro territorio e che hanno saputo restituire alla comunità visioni duplici degli spazi architettonici, oggetto della loro indagine fotografica.

DOVE: Fondazione Cariverona | Sala Polifunzionale | Via A. Forti, 3a

QUANDO: sabato 3 settembre 2022 ore 16:00

Per informazioni e iscrizione: [email protected] / +39 3490713192

I fotografi

Gabriele Basilico

(Milano, 12 agosto 1944 – 13 febbraio 2013) è considerato uno dei maestri della fotografia italiana ed europea contemporanea grazie alla sua vasta opera di riflessione sulle trasformazioni dei territori urbanizzati nel passaggio dall’era industriale a quella postindustriale. Guidato da un profondo interesse per le architetture e per tutti i manufatti che nel tempo hanno dato forma alle città, ha scelto il rigore dello stile documentario per raccontarne il costante processo di stratificazione che le modella, in un lavoro di indagine del rapporto tra l’uomo e lo spazio costruito durato quasi quarant’anni.

 

Alessandra Chemollo

è nata a Treviso il 20 agosto 1963 e vive a Venezia. Si è laureata presso l’Università di Architettura IUAV di Venezia nel 1995, con una tesi sulla relazione tra architettura e fotografia. Nella sua trentennale esperienza professionale, spazia dall’architettura storica a quella contemporanea e sviluppa ambiti teorici con finalità didattica e curatoriale. Ha realizzato progetti fotografici a illustrazione di numerosi testi monografici, approfondendo specifiche modalità di lettura dell’opera architettonica a partire da assunti documentari, grazie alla stretta collaborazione con gli storici dell’architettura.

Alcune foto in mostra

Altri Progetti

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per ricevere la newsletter di Fondazione Cariverona. Lasciando i tuoi dati rimarrai aggiornato sui nostri bandi, iniziative ed eventi !